UN UOMO DI MERDA – 4^ puntata – Cesena (FC) - Rovigo Trasgressiva

UN UOMO DI MERDA – 4^ puntata – Cesena (FC) - Rovigo Trasgressiva

- Potresti ponzare di più?
- Che cazzo vuol dire “ponzare”?
- Significa spingere... contrarre i muscoli intorno al retto...
- Oh Ricky, sai proprio tutto sull'argomento... sei proprio un uomo di merda! Ah ah ah...
- Smetti di fare la spiritosa e concentrati.... cagare è un'arte...
Irene sorrise e replicò:
- Ti piacerebbe sentire la mia?
- Eccome! Mi piacerebbe toccarla e giocarci. 
- Vuoi che la faccia adesso?
- Se sei pronta, sÌ. Dopo ti pulirò io.
- Ok, ma considera che questa è la prima volta che lo faccio.
- Se vuoi, puoi masturbarti mentre caghi per me. A volte aiuta...
- Sei proprio un maiale, Ricky! Però penso che lo farò...
Disse allungando una mano sulla gnocca, aprendo le labbra e strofinandole leggermente, mentre io inserivo prima un dito, poi due nel suo buco del culo e mescolavo la cacca dura all'interno del retto. Stava spingendo verso il basso le sue viscere e aprendo l'ano per farmi vedere meglio. Un peduncolo di merda solida si intravide nell'apertura e cominciò a uscire. Il suo ano si allargò di diametro e un primo, grosso balocco che avevo ammorbidito cadde sulla mia mano e lo posai su un pezzo di carta igienica sul pavimento.
Premetti di nuovo il dito nel retto mentre lei continuava a spingere. Poi divaricai le sue grandi natiche, lasciando che i miei pollici le sfregassero le emorroidi esterne mentre anche il resto delle sue feci usciva da lei.
Naturalmente puzzava da morire, ma mi piaceva toccarle, giocarci e vederle staccarsi da lei, che si masturbò fino a godere durante il tempo in cui pasticciavo col suo buco del culo.
Quando finii di giocare con la sua merda, raccolsi gli asciugamani e li ripiegai. Li portai in bagno e li scaricai il più possibile dentro il water. Bagnai due salviette da bide' e tornai da lei per pulirle il sedere.
Irene aveva ancora le cosce e le gambe sollevate all'indietro, così iniziai come promesso la pulizia del buco del culo e dell'interno delle chiappe, dove c'era ancora più casino.
- Tutto pulito, puoi stare lì e rilassarti un po', oppure rivestirti e andare...
- Ma come, non hai intenzione di usare il cazzo e godere pure tu dopo tutto questo ambaradan?
- Probabilmente più tardi. Guarderò alcune porcate su Internet e mi lascerò andare.
CONTINUA

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI